Gli operatori sanitari della comunità di Calcutta Rescue (CHW) stanno lavorando duramente nelle baraccopoli in cui vivono per identificare le persone che mostrano i sintomi del Covid-19

Gli operatori sanitari della comunità di Calcutta Rescue (CHW) stanno lavorando duramente nelle baraccopoli in cui vivono per identificare le persone che mostrano i sintomi del Covid-19.

Gli abitanti delle baraccopoli spesso non si prendono cura di sintomi come febbre, mal di testa e tosse. La maggior parte di loro lo ignora come un comune raffreddore che passerà con il tempo. Ma il Covid-19 ha gli stessi sintomi e può diventare fatale. Così gli operatori sanitari della comunità di Calcutta Rescue (CHW) stanno lavorando duramente negli slum in cui vivono per identificare le persone che mostrano i sintomi del Covid-19.

Debu, che dirige la squadra di medicina di strada di Calcutta Rescue, ha detto: “Gli abitanti degli slum spesso non si prendono cura di sintomi come febbre, mal di testa e tosse. La maggior parte di loro li ignora come un comune raffreddore che passerà con il tempo. Ma il Covid-19 ha gli stessi sintomi e può diventare fatale”.

In der aktuellen Situation verheimlichen auch viele Slumbewohner ihre Symptome
Ogni giorno i CHW si muovono attraverso i loro rispettivi slum, controllando i pazienti e convincendo gli abitanti degli slum a fare il test se hanno sintomi simili al Covi. Foto: CRK

Nella situazione attuale, molti abitanti degli slum nascondono anche i loro sintomi. “Hanno paura di essere soli e stigmatizzati nella comunità degli slum”, ha spiegato Debu. “Ecco perché avevamo bisogno dei nostri CHW che possono convincerli a non rimanere in silenzio”.

Ogni giorno i CHW si muovono attraverso i loro rispettivi slum, controllando i pazienti e convincendo gli abitanti degli slum a fare il test se hanno sintomi simili al Covid. Sono armati di pistole termiche e pulsossimetri. Continuano a controllare i pazienti e trasmettono le informazioni al team medico di Calcutta Rescue.

“Diciamo agli operatori sanitari comunitari di non chiedere direttamente perché questo potrebbe spaventarli e farli nascondere, ma di scoprire indirettamente se hanno qualche disturbo di salute”, ha detto Alakananda Ghosh, vice direttore generale e capo del dipartimento medico della ONG, “Se sono positivi al Covid, monitoriamo continuamente la loro salute e forniamo medicine quando necessario”.

I CHW hanno finora identificato otto famiglie in quattro baraccopoli che avevano sviluppato il Covid. Quasi tutti avevano sintomi lievi o nulli, e gli è stato consigliato di isolarsi nelle loro case il più possibile. Uno ha dovuto essere ricoverato in ospedale per mancanza di respiro, ma ora sta molto meglio.

La nostra storia è stata presentata su The Telegraph.Cliccaquiperleggeredi più.

Back to Top